Come scegliere le porte interne | Bertolotto

COME SCEGLIERE LE PORTE INTERNE

Dietro ogni porta per interni c'è un mondo: dai componenti ai sistemi di apertura alla posa in opera

Ecco tutto quello che c'è da sapere per scegliere le porte interne perfette per la tua casa e ottenere un risultato eccellente.

I COMPONENTI

ANTA: è la parte mobile dell'insieme, quella che comunemente è identificata con il termine "porta". Può essere in tamburato, piena o con riempimento fonoassorbente. 

FALSO TELAIO: detto anche controtelaio, assume configurazioni diverse in base al tipo di porta. In quelle a battente serve ad assicurarla alla parete ed è una cornice in legno applicata al vano dell'apertura in modo da foderare il muro lungo lo spessore. In un sistema scorrevole, invece, è l'elemento scatolare metallico che viene installato all'interno della parete per accogliere il pannello mobile.

TELAIO FISSO: è un insieme di elementi che ha la funzione di coprire il controtelaio e formare una cornice rifinita intorno all'apertura. È composto dal traverso (profilo superiore) e dai montanti (ai lati), uniti agli angoli con giunti a incastro. Non è previsto nelle filomuro, nelle quali il falso telaio è una cornice metallica che viene occultata dalla finitura. I telai sono solitamente realizzati in MDF, quelli Bertolotto sono certificati IDRO, CARB e FSC®

COPRIFILI: altrimenti denominati "stipiti", sono i profili longitudinali di finitura che coprono le interruzioni fra i telai e il muro.

CERNIERE: collegano il telaio all'anta, stabilendone il senso di rotazione. Incidono su resistenza, durata e qualità estetica della porta. Possono essere tradizionali di tipo "anuba", a scomparsa o pivotanti.

GUARNIZIONI: poste lungo il telaio, attutiscono gli urti dell'anta e fungono da isolamento. Le guarnizioni fornite con le Porte Bertolotto sono acustiche, realizzate in schiuma poliuretanica ad alta densità: l'innovativa sagoma impedisce inoltre il passaggio della luce diretta.

MANIGLIA: con o senza foro chiave, coniuga praticità ed estetica e da carattere alla porta.

 

I SISTEMI DI APERTURA

A BATTENTE: è la "porta" per antonomasia: l'anta è fissata letteralmente al vano, tramite le cerniere, e ruota per aprirsi.

In fase di scelta è necessario definire il senso di apertura ( verso l'interno o verso l'esterno) e il lato (destra o sinistra), tenendo conto che lo spazio necessario è pari alla larghezza dell'anta.

Vantaggi: facilità e praticità di installazione e apertura; costo inferiore rispetto alle altre tipologie di apertura a parità di dimensioni e finitura.

 

PIEGHEVOLE A LIBRO: fissata letteralmente ad un fianco del vano porta, ha l'anta sezionata in porzioni mobili che scorrono, si sovrappongono e si "impacchettano". Bertolotto Porte suddivide questa tipologia di apertura in due: la piego con apertura simmetrica 50/50 e la Doublé con apertura asimmetrica 1/3.

Richiede l'installazione di un binario di scorrimento superiore, a vista o incassato.

Vantaggi: ha un ingombro ridotto della metà rispetto a una porta a battente rendendola l'ideale per ambienti di dimensioni ridotte. 

 

SCORREVOLE INTERNO MURO (A SCOMPARSA): L'anta scorre lateralmente e, grazie ad un controtelaio metallico che viene incassato nella parete, scompare nello spessore di questo.

È necessario, quindi, che questa porzione di parete sia lunga tanto quanto l'anta.

Vantaggi: Salvaspazio, praticamente non necessita di alcun centimetro libero per aprire la porta.

 

SCORREVOLE ESTERNO MURO: tramite guide che vengono applicate a parete - o direttamente al soffitto nei modelli a tutt'altezza- l'anta scorre parallela ed esterna al muro e ad esso si sovrappone ( quindi la porzione di parete deve restare libera).

Il profilo inferiore è guidato da un perno specifico che si muove insieme al pannello.

Vantaggi: Facile e veloce da posare.

SCELTA DELLA PORTA

 

 

  • Estetica e materiali a parte, quali altri criteri devono guidarci nella scelta di una porta di qualità?

Dipende dalle esigenze del cliente, ma in generale in un serramento si possono valutre anche l'abbattinento acustico,la tipologia e il numero degli stratidi vernice utilizzati per effettuare la laccatura, nonchè l'atossicità dei materiali di cui è composta.

 

  • Esistono le porte di "prima" o di "seconda scelta"?

In generale è possibile fare una distinzione in base al materiale utilizzato come rivestimento o a quello interno, ma non si tratta unicamente di una questione di qualità. Materiali che al primo impatto possono sembrare solamente più economici in realtà vengono scelti per precise caratteristiche tecniche. Per esempio, gli amanti delle porte in legno potrebbero non avere tempo per dedicare a quesrto materiale l'attenzioneche richiede e optare quindi per porte in laminato, simili come effetto ma meno delicati.

 

  • Come scegliere le porte interne in base alle dimensioni e allo stile dell'embiente?

Le porte in vetro sono ideali per allargare l'orizzonte di una stanza più piccola o per rendere più luminoso un ambiente; l'effetto è rafforzato se si tratta di porte scorrevoli a più ante in vetro. Per un ambiente minimal e moderno sono indicati i sistemi vetro-alluminio e le porte filomuro, di tendenza nelle finiture legno. A seconda del colore della laccatura, possono essere adattabili a una vasta tipologia di ambienti differenti, di stili di pantografatura sia moderni sia classici. Per un ambiente più tradizionale le porte delle collezioni Baltimora e Baltimora New (sia laccate sia legno) e della collezione Rodi (solo legno) sono l'ideale.

 

  • Per quanto riguarda le cerniere: quali sono quelle di migliore qualità e oggi più utilizzate?

Le cerniere a scomparsa sono, ad oggi, delle ottime cerniere sia in base alla funzionalità sia all'estetica, in quanto ad anta chiusa non sono in alcun modo visibili.

 

Dove posso trovare le porte Bertolotto?

Visualizza punti vendita

POSA IN OPERA

 

  • Quali sono le problematiche da affrontare se si intende sostituire una vecchia porta con una nuova?

Bisogna innanzitutto rilevare le dimensioni esatte del foro muro, facendo attenzione che, a seconda del modello e della tipologia di porta che si vuole ordinare, questo sia calcolato con o senza falso telaio (mascherina in legno). Nel caso delle porte filomuro, bisogna anche specificare se la parete è in muratura o cartongesso.

 

  • Quali sono le tempistiche?

Quelle di consegna dipendono dalla tipologia e dalla collezione delle porte ordinate e vengono segnalate durante la conferma d'ordine; le tempistiche di posa, invece, dipendono dall'impresa che eseguirà i lavoro.

 

  • Come individuare le dimensioni della porta nuova?

Per effettuare il rilievo delle misure del foro muro è necessario rimuovere tutti i componenti della vecchia porta; compreso il telaio. A seconda del modello del serramento ordinato, si andranno a calcolare le misure del vano compreso il falso telaio oppure le misure del muro finito, senza falso telaio.

 

  • Per l'installazione di una nuova porta al posto di quella esistente sono necessari lavori di muratura?

Dipende dal modello di porta e dalla sua collezione di appartenenza.

 

  • Quali sono le condizioni per l'installazione di una porta scorrevole interno muro e per una esterno muro?

Per quanto riguarda la porta scorrevole interno muro, è necessario assicurarsi di avere lo spazio per inserire il cassonetto all'interno del divisorio. Per la scorrevole esterno muro, invece, è consigliabile l'installazione del binario su una parete in muratura; nel caso del cartongesso, sarà necessario rinforzarlo nel punto di fissaggio del binario.

 

  • Quali, invece, i requisiti per l'installazione di una porta scorrevole al posto di una battente?

Il telaio della porta battente va completamente smurato, quindi, nel caso di una scorrevole interno muro, la parete va adattata per l'inserimento del cassonetto; per una porta scorrevole esterno muro, invece, basta rimuovere il vecchio serramento e rifinire i bordi del nuovo foro muro.

 

  • Per l'installazione di una porta a tutta altezza c'è un limite dimensionale?

Per motivi tecnici, l'altezza massima realizzabile è di 3 metri (altezza massima del coprifilo verticale).

 

  • Di cosa tenere in conto nel caso si voglia dividere un ambiente con un'unica "parete scorrevole"?

La maggior parte dei nostri modelli che permettono una simile configurazione hanno dei binari a soffitto, perciò questo deve essere portante. Non è necessario che lo sia, invece, nel caso di un sistema che scarichi il peso a terra. Per orinare questi sistemi di apertura in vetro e alluminio è necessario fornire il foro muro finito (senza falso telaio" sia in altezza che in larghezza).

 

  • Chi effettua l'installazione di una porta ed eventuali altri lavori necessari?

Nel caso siano necessari interventi in muratura (come nel caso di una ristrutturazione), se ne occuperà l'impresa che segue i lavori nella casa del cliente.

 

 

 

PORTA BLINDATA

  • Quali sono i criteri per la scelta di una porta d'ingresso?

Ci sono diversi elementi da considerare durante l'acquisto di una porta blindata, la cui importanza dipende in primo luogo dalle esigenze dei clienti; più importante è la classe antieffrazione, che determinai il grado di sicurezza della porta blindata. Altri fattori sono poi l'abbattimento acustico,  la trasmittanza termica (isolamento), la permeabilità all'aria, la resistenza alla corrosione e la tenuta all'acqua.

 

  • Si può avere lo stesso rivestimento per le porte interne e blindate?

Dal lato interno di una porta blindata sono disponibili tutti i modelli delle nostre collezioni di porte interne, in modo che si abbinino alle porte interne (fatta eccezione per i modelli Baltiora, Baltimora New e Rodi, che si adattano solo ad alcuni modelli di blindato). Dal lato esterno, per motivi di resistenza agli agenti atmosferici, modelli e finiture sono differenti, ma pensati per essere facilmente abbinabili.

 

  • Quali sono i migliori materiali per i pannelli di una porta per esterni?

I rivestimenti esterni per le porte blindate possono essere in pvc o in alluminio, entrambi adatti all'ambiente outdoor.

 

  • È possibile sostituire una normale porta d'ingresso con una blindata? Quali lavori comporta?

Occorre considerare che i due serramenti prevedono differenti telai; è dunque necessario effettuare interventi in muratura.

Richiedi informazioni