Porte filo muro

Home - Apertura Porte - Porte filo muro

Le nostre porte filomuro esprimono al meglio il design moderno e minimale più attuale e si caratterizzano per eleganza, funzionalità, robustezza ed estetica innovativa, nonché massima personalizzazione in fatto di finiture, dimensioni e tipi di apertura.

I tipi di apertura possibili

Le porte filomuro possono presentare apertura a battente, a libro o scorrevole interno muro. Nella prima ritroviamo anche modelli speciali che montano cerniere che permetto all’anta di essere aperta sia a tirare che a spingere (bidirezionale); nella scorrevole il vantaggio è l’assenza di ingombro all’interno della stanza.

Le caratteristiche fondamentali

Questo tipo di porte è caratterizzato da:

  • assenza di finiture esterne, ovvero cornici coprifilo e stipiti. Invisibili sono anche le cerniere, che sono di tipo a scomparsa;
  • particolare telaio, robusto e stabile, che va inglobato alla parete (in muratura o cartongesso) con opere edili (sono dunque da preferire nei progetti di ristrutturazione);
  • anta complanare alla parete, risultando estremamente essenziale, pulita e volendo quasi invisibile;
  • l’unico elemento a vista è rappresentato dalla maniglia e dall’eventuale serratura. Per essere ancora più integrata al contesto, è possibile sostituire il classico pomello con uno speciale sistema di apertura detto push and pull (adatto a cabine armadio, botole e nicchie);
Le dimensioni sono standard, ma possono anche essere personalizzate nell’altezza e nella larghezza. Si possono infatti adottare soluzioni a tutt’altezza o a doppia anta, per realizzare speciali architetture d’arredo. Le completa un innovativo battiscopa complanare alla parete.

Tipologia apertura

Trova il negozio di Porte filo muro più vicino a te

Visualizza punti vendita

Perché scegliere questa tipologia di porta

Quando risulta conveniente scegliere le porte filomuro?
Scopriamone i vantaggi:

  • sono ideali per delimitare spazi secondari come: nicchie, lavanderie, dispense, ripostigli, botole, sottoscala, sottotetti, armadi a muro e cabine armadio;
  • creano spazi dal design moderno e minimale, caratterizzati da massima continuità visiva. L’assenza di elementi accessori e sporgenti aumenta la pulizia formale di questi elementi d’arredo;
  • possono mimetizzarsi alla parete se tinteggiate nella stessa tonalità del muro o se rivestite con carta da parati, come pure, al contrario, possono risultare estremamente evidenti se realizzate in contrasto cromatico;
  • nella soluzione scorrevole rappresentano anche un ottimo modo per guadagnare spazio all’interno delle stanze;
  • sono disponibili sia in versione grezza (intonacabile), da rifinire in cantiere, che in legno o in vetro (quest’ultime sono ideali per combinare essenzialità e luminosità). Il nostro catalogo presenta una ricchissima varietà di soluzioni (in laminato, massello, cristallo) e di modelli, diversi per dimensioni, dettagli e finitura.

Richiedi informazioni

La porta filomuro: nascosta o in evidenza?

Due sono le possibilità estetiche offerte da questa tipologia di porte: totale mimesi o al contrario massima evidenza.
Ecco alcuni consigli d’arredo:

  • scegliere l’integrazione totale con la parete quando l’obiettivo è nascondere all’occhio vani di servizio, guardaroba, spazi tecnici, botole e altri spazi che non vogliamo mettere in evidenza;
  • adottare la versione “nascosta” quando lungo la parete ci sono molte porte vicine tra loro. Così facendo si riduce l’impatto visivo di questi elementi e la continuità della parete non viene interrotta;
  • è molto di tendenza la versione rivestita con carta da parati. Il decoro murale attraversa la parete senza soluzione di continuità, per uno straordinario effetto scenografico;
  • una porta complanare a contrasto cromatico, dotata di decori sofisticati, laccature vistose, pannelli vetrati, o rivestita in legno, rappresenta un punto nodale del progetto d’arredo e indirizza lo sguardo del visitatore. Risulta oltremodo perfetta e sofisticata quando viene scelta a tutt’altezza o in versioni extra large, diventando un “taglio” architettonici che spezza la continuità del muro.