Porte laccate

Home - Materiali - Porte laccate

Con finitura lucida oppure opaca, le porte laccate Bertolotto, disponibili in un'ampia gamma di colori, rispondono alle ultime tendenze dell'interior design.

Le caratteristiche delle nostre porte laccate

A distinguere e caratterizzare una porta laccata Bertolotto sono la continuità materica, la bellezza estetica, la robustezza dei materiali. Tante le colorazioni e le finiture da catalogo, per una produzione che coniuga maestria artigianale nella lavorazione del legno e design all’avanguardia.

Le finiture lucida e opaca

Al di là dei colori disponibili, una porta il legno laccato può avere due finiture: lucida o opaca. La prima è brillante e quasi specchiata, ideale per ambienti piccoli e poco luminosi; la seconda è materica e vellutata. La scelta dipende dal proprio progetto d’arredo.

Tipologia apertura

Trova il negozio di Porte laccate più vicino a te

Visualizza punti vendita

I diversi tipi di lavorazione

Le nostre porte laccate rispondono ai più stringenti requisiti qualitativi, sono infatti verificate CATAS (ente certificatore che si occupa di analisi e prove su prodotti in legno e d’arredo) e superano egregiamente selettivi test di resistenza all’abrasione e all’azione dei detergenti.
Questi prodotti di ottima qualità sono poi verniciati a mano con molte mani di lacca (addirittura 8 in alcune speciali collezioni) al fine di ottenere superfici resistenti, coprenti e uniformi.
3 sono le tecnologie di produzione:

  • struttura in massello: un classico che non ha rivali. L’anta è realizzata in lamellare o in legno lastronato e risulta robusta, massiccia, eterna. Piace a chi ricerca uno stile classico ed elegante ed apprezza l’autenticità del vero legno;
  • in listellare: la stabilità di questi pannelli è data dalla particolare struttura interna, composta da listelli di legno incollati perpendicolarmente tra loro. L’anta non si deforma e risulta molto stabile;
  • tamburato: l’anta è particolarmente leggera e resistente, grazie al telaio a sandwich con interno alleggerito: due pannelli in legno MDF rivestono un’anima a nido d’ape. La porta in legno così, oltre che leggera, risulta anche economica.
Richiedi informazioni

Porte laccate o laminate: tipologie a confronto

Tra le due tipologie si fa spesso confusione, questo perché oggi il laminato ha assunto livelli di perfezione molto alti, tanto da imitare in modo molto realistico il laccato.
Vediamone insieme caratteristiche e differenze:

  • porta laccata: è realizzata in legno sia nella struttura che nella finitura. Esternamente è verniciata con più mani di lacca, con l’obiettivo di ottenere una superficie uniforme e coprente, colorata e liscia, lucida oppure opaca. Si distinguono poi laccature a poro aperto, che lasciano intravedere le naturali ed eleganti venature del legno, e laccature totalmente coprenti. Le numerose mani di vernice, applicate a mano, mantengono stabile la tonalità cromatica e assicurano alta resistenza all’abrasione e ai graffi. La manutenzione è semplice, ma da attuare con detergenti delicati. Il costo d’acquisto è mediamente alto ma abbordabile, molto dipende dal tipo di telaio interno, dal colore prescelto e dai dettagli selezionati;
  • porta laminata: l’anima realizzata in derivati del legno è rivestita con un materiale sintetico, un resistente foglio di carta impregnato con resine, che può assumere qualsiasi aspetto estetico. La qualità del prodotto dipende dalla provenienza delle materie prime, dal tipo di struttura e dalla robustezza ed estetica del foglio di laminato. Inalterabile agli urti e ai graffi, di facile pulizia, il laminato ha un costo d’acquisto davvero conveniente.
La scelta dipende dal tipo di ambiente, dal budget e dallo stile che vogliamo raggiungere.